Mandorle biologiche di Terradiva

1,50 kg/scatola

Mandorle biologiche di Terradiva

1,50 kg/scatola

Acquista direttamente dal produttore. Nessun Intermediario.
Raccolto limitato e stagionale.
Il Farmer non effettua spedizioni (per il momento) nel Paese selezionato:  Stati Uniti
Seleziona le dimensioni della tua scatola
1.5 kg (Non disponibile)
1.5 kg (Non disponibile)
3 kg (Non disponibile)
Specifiche
Contenuto della scatola: 1 scatola contiene 1.5kg di mandorle biologiche
Varietà: Genco e Filippo Cea
Mandorle sgusciate biologiche: un mix delle varietà Genco e Filippo Cea
Varietà Filippo Cea: più piccola della Genco; ha spesso un semenzale gemellare (nello stesso guscio troviamo due mandorle che sembrano abbracciate tra loro); dolci, delicate e burrose
Varietà Genco: dimensioni più grandi; sapore intenso, aromatico e persistente con lievi note amare
Agricoltura biologica certificata dal marchio europeo di Agricoltura Biologica dal 1998
Per una conservazione ottimale suggeriamo di riporle in uno o più barattoli di vetro a chiusura ermetica, in un luogo fresco e asciutto e lontano da fonti di calore; quando la temperatura supera i 24 gradi consigliamo di riporle in frigorifero, dato che non essendo trattate potrebbero attirare le tarme
seal icon
Guardiano dell'ambiente
seal icon
Niente plastica
seal icon
Biologico
seal icon
Agricoltore giovane
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Accetta visite
Vincenzo Lobascio
Siamo Vincenzo Lobascio, mia sorella Angela e la mia compagna Katharina Pönisch e abbiamo deciso di fondare il marchio Terradiva per valorizzare ciò che la nostra famiglia, e soprattutto nostro padre, ha creato con dedizione e impegno quotidiano in tanti anni. Con Terradiva abbiamo la possibilità di trasmettere alle generazioni future il mestiere dell'agricoltura e produzione alimentare come tutela e cura di un territorio, della sua economia e della comunità locale. Dal 2016 abbiamo usato la nostra formazione e le competenze acquisite in precedenti lavori per la costruzione di un pezzo di azienda che prima non c'era: la chiusura della filiera. L'intera lavorazione di olive e mandorle, dalla coltivazione alla raccolta, viene gestita da noi e ci occupiamo anche della vendita dei prodotti finali, dopo esserci presi cura di quelle stesse piante da cui sono nati. Con la nascita del marchio abbiamo unito la mia professione di agronomo e quella di nostro padre Michele di esperto agricoltore e imprenditore alle competenze extra-agricole di Angela nello sviluppo socioeconomico e nella promozione del territorio e a quelle di Katharina nella promozione della salute e del benessere. La combinazione di una gamma così diversificata di competenze non è sempre facile, ma ci da una marcia in più in un settore tradizionalmente conservatore. Nella vita di tutti i giorni il mio lavoro, assieme ad Angela e Katharina, si divide tra le attività nei campi e il laboratorio di confezionamento: io mi occupo della trasformazione, qualità e tracciabilità dei prodotti e della parte amministrativa, Angela e Katharina lavorano al confezionamento e organizzano le spedizioni, si dedicano alle attività di comunicazione e vendita, al contatto diretto con i clienti e all'accoglienza dei visitatori, ed infine Michele si concentra sul coordinamento di tutte le attività che svolgiamo nei campi insieme ai lavoratori. Ci siamo tutti dedicati ad altri lavori in precedenza: io ho lavorato principalmente come agronomo e ispettore di agricoltura biologica autonomo, Angela come sociologa all'università ma anche in società private di consulenza, a contatto con organizzazioni internazionali, istituzioni pubbliche, enti locali ed aziende innovative, mentre Katharina ha lavorato nel campo della promozione del benessere psico-fisico e dell'organizzazione di eventi in Germania e nel Regno Unito. Siamo felici di entrare a far parte di CrowdFarming perché qui troveremo una comunità di persone che come noi credono sia possibile scegliere un'agricoltura fatta di territori che hanno un'identità e di piccoli produttori che hanno un volto e che non abbandonano le loro terre. Ci piace molto l'idea di portare qualcosa di buono (mandorle e olio extravergine di oliva biologico) nella vita quotidiana di persone che ancora non conosciamo e che speriamo di accogliere presto per una passeggiata tra i nostri alberi!
Terradiva
La nostra azienda si chiama Terradiva per due motivi principali. Primo: vorremmo che l'agricoltura dell'Italia meridionale fosse più… Diva! Vorremmo che nessuno si vergognasse di essere contadino, o dovesse incoraggiare i propri figli ad andarsene dai piccoli paesi, dalle zone interne, come hanno fatto per generazioni, perché "c’è solo la terra da lavorare" e quindi nessun futuro degno. Terradiva è il nostro modo per restituire un po' di bellezza e dignità all'agricoltura. Secondo: il nome ci ricorda un mito della dea Minerva, tra l'altro una delle origini del nome del nostro stesso paese, Minervino Murge. Minerva vinse contro Poseidone nella sfida per essere la divinità di Atene, dando al suo popolo il dono più utile, l'ulivo, fonte di nutrimento, luce e benessere. Abbiamo iniziato la nostra avventura imprenditoriale con l'olio extravergine di oliva biologico, quindi ci sentiamo particolarmente legati a questa leggenda. L'azienda si trova nel Sud Italia, in Puglia, a Minervino Murge, paese alle porte del Parco Nazionale dell'Alta Murgia. Minervino giace su due colline dalle quali è possibile osservare un panorama che si estende fino a 100 km di distanza. È un paese ricco di tradizioni, con un centro storico fatto di vicoli e scalinate, chiese e grotte da esplorare. A Terradiva coltiviamo mandorli, ulivi e vigneti. Abbiamo campi seminati a cereali, e tra le nostre coltivazioni ci sono anche altre piante spontanee come: rucola, senape, papaveri, cardi, margherite, rosmarino, origano, timo, querce, roverelle, melograni, perastri e mandorli selvatici. I nostri campi sono sparsi sul territorio di Minervino Murge e sono circondati da molti altri campi coltivati dai contadini locali con ulivi, vigneti, alberi da frutto, e dal Parco dell'Alta Murgia, un'area naturale protetta ricca di costoni rocciosi, dolci colline, cavità carsiche, pascoli e boschi di querce e conifere. Terradiva si trova in un'area interna del Sud Italia, una zona dalle grandi potenzialità, tra cui il paesaggio, la storia e la cultura locali, la conservazione della natura ed il patrimonio gastronomico di qualità, che purtroppo spesso non vengono riconosciute o valorizzate. Il livello di occupazione e di ricchezza sono piuttosto bassi, e siamo in una zona a forte rischio di spopolamento. Con il lavoro nella nostra azienda agricola biologica diamo un contributo al territorio in termini di occupazione giovanile, ma anche di tutela del territorio, di prevenzione del dissesto idrogeologico (piantando alberi dove prima esisteva solo la coltivazione dei cereali), e di valorizzazione dei prodotti tipici locali. Cerchiamo inoltre di promuovere la nostra zona di origine in Italia e all'estero attraverso la nostra partecipazione a fiere e visite guidate dell'azienda agricola e del territorio. Qui infatti ospitiamo spesso visitatori che vengono per passeggiate guidate tra i nostri alberi e degustazioni di prodotti. Dal 2019 facciamo parte di La Ferula Magica, un progetto che mira ad accogliere i viaggiatori che amano i viaggi lenti, attivi, a contatto con la comunità locale. Il marchio Terradiva è nato nel 2015. Possiamo contare su una forte tradizione agricola e competenze che derivano da una storia di agricoltura famigliare che affonda le sue radici nei primi del '900. All'epoca già i nostri bisnonni lavoravano la terra intorno al nostro paese, poi i nostri nonni Paolo e Vincenzo hanno continuato la loro attività di agricoltori: Paolo era un appassionato coltivatore di cereali, mentre Vincenzo si trasferì a Minervino Murge come potatore di ulivi. Nostro padre Michele, da sempre impegnato nel mondo dell'agricoltura, dalla fine degli anni '90 ha ampliato e migliorato l'azienda, rendendola biologica e piantando tante nuove colture che prima non c'erano, tra cui ulivi, mandorli e vigneti. A fine del 2015, dopo aver sviluppato le nostre carriere in diverse direzioni, io e mia sorella Angela abbiamo deciso di tornare a casa e di fondare un marchio che ci permettesse di chiudere la filiera ed inserirci nel mercato con un prodotto finito. All'inizio era solo un esperimento, ma dal 2018 è diventata la nostra occupazione principale. Abbiamo iniziato la nostra avventura con l'olio e negli ultimi anni abbiamo aggiunto al nostro catalogo mandorle, taralli pugliesi e idee regalo. Nel 2020 abbiamo inaugurato la nostra nuova sede Terradiva a Minervino Murge, ed è lì che ora conserviamo e confezioniamo tutti i nostri prodotti. Alla fine del 2016 Katharina Pönisch è entrata a far parte dell'avventura, trasferendosi dalla Germania a Minervino Murge, prima come mia compagna di vita, poi come parte del nostro team di lavoro dalle diverse competenze ed esperienze. Per l'irrigazione utilizziamo l'acqua che proviene dall'invaso artificiale di Locone, molto vicino al nostro paese e ai nostri terreni. Un ettaro di ulivi necessita tendenzialmente di 1.500 metri cubi d'acqua all'anno, mentre un singolo mandorlo necessita di 1.000 metri cubi d'acqua. Metà dei nostri uliveti e 3 dei 16 ettari di mandorleti hanno un impianto di irrigazione a goccia, dove l'acqua esce a gocce controllate proprio accanto alla pianta. I nostri sforzi per il risparmio idrico consistono nell'utilizzare il sistema a goccia e, ove possibile, nell'irrigare esclusivamente di notte (in modo da ridurre la quantità di acqua che evapora). Per migliorare il contenuto del suolo, aggiungiamo alla sostanza organica fertilizzante residui di potatura, rifiuti organici e valve di molluschi. Dove il terreno è più povero di sostanza organica e microelementi seminiamo trifoglio e veccia che arricchiscono il terreno di azoto, danno nutrienti e riducono l'erosione causata da agenti atmosferici come vento e acqua. L'intera azienda è coltivata seguendo le direttive sull'agricoltura biologica. Nostro padre Michele ha deciso di praticare esclusivamente agricoltura biologica dal 1998 perché crede nell'impatto positivo che questa ha sull'ambiente e sulla biodiversità. Ci dice spesso che vorrebbe che le risorse naturali del nostro pianeta fossero sufficienti anche per i suoi figli, nipoti e generazioni future. Inoltre, coltivare senza l'utilizzo di composti chimici artificiali evita che gli stessi agricoltori vengano a contatto con sostanze dannose per la loro salute. Per difendere la pianta dai vari pericoli utilizziamo solo sostanze consentite dall'agricoltura biologica come rame, zolfo, bacilli, zeolite (polvere di roccia), caolino e calce. Per il nutrimento delle nostre piante utilizziamo invece azoto, potassio, ferro, microelementi e concimi organici. L'erba tagliata viene sempre lasciata a terra come nutrimento, mentre attraverso l'inerbimento spontaneo favoriamo la presenza di insetti nei nostri campi. In azienda lavoriamo circa in 12, numero che varia perché dipende dalle condizioni meteorologiche, dalle fasi di coltivazione di mandorli e ulivi durante l'anno e dalle fluttuazioni delle vendite. Il team è cresciuto lentamente dalla creazione del marchio, alla fine del 2015. All'interno dell'azienda, tutti i lavoratori ricevono una retribuzione in linea con l'accordo collettivo del settore agricolo. Quando ci si sposta tra zone dell'azienda distanti tra loro, mettiamo a disposizione dei lavoratori i nostri mezzi di trasporto e al termine delle fasi di raccolta della frutta festeggiamo tutti insieme con un pranzo collettivo. Monitoriamo costantemente lo stato delle vendite dei prodotti confezionati e il nostro obiettivo è vendere tutta la nostra produzione con il marchio Terradiva. Quando c'è un eccesso di produzione, però, ne vendiamo una parte nel mercato all'ingrosso. Una parte importante del nostro lavoro consiste nel selezionare, prima della raccolta, gli alberi nei campi per scegliere quelli con le olive più sane da trasformare in olio extravergine di oliva biologico a nostro marchio. Tutto questo avviene al fine di offrire un prodotto di prima scelta che si conserva al meglio e per lungo tempo.
Informazioni tecniche
Indirizzo
Terradiva, Minervino Murge, IT
Altitudine
350 m
La Squadra
2-3 donne e 5-10 uomini
Dimensione
43 ettari
Tecniche di coltivazione
Agricoltura biologica
Sistema d’irrigazione
Irrigazione a goccia
Domande frequenti
Che impatto genera il mio acquisto?
Come viaggia il mio ordine?
Che garanzia di acquisto ho?
Quali vantaggi ottengo acquistando direttamente dall'agricoltore?
vs: 0.54.2_20221003_093337