Organic extra virgin olive oil from Proyecto Los Aires

6,00 l/scatola

Organic extra virgin olive oil from Proyecto Los Aires

6,00 l/scatola

Acquista direttamente dal produttore. Nessun Intermediario.
Raccolto limitato e stagionale.
Il Farmer non effettua spedizioni (per il momento) nel Paese selezionato:  Stati Uniti
Specifiche
Contenuto della scatola: 1 scatola contiene 6l di Organic extra virgin olive oil
Varietà: Cornicabra
2 x EVOO of the cornicabra variety (3 litre can): you will appreciate its level of balanced fruity (with aromas of tomatoes, herbs and green olive) bitter and spicy flavors due to its high level of polyphenols and antioxidants
We recommend its use to add flavor to already cooked dishes, salads, toasts, desserts. Thus
Organic farming certified by the European Organic Farming label since 2014
Early harvest oils, cold processed
Harvest date: November 2022
We've received numerous awards
Keep the oil in a dark container away from direct light and heat, which are the two biggest enemies of oil
The nutrition facts label can be downloaded in 'Additional Analyses'
seal icon
Analisi aggiuntive
seal icon
Senza BPA
seal icon
Agricoltore giovane
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Guardiano dell'ambiente
Certificazioni ufficiali
seal icon
Biologico
Laura García Jiménez
Il progetto Los Aires nasce dall'innovazione di una piccola azienda agricola familiare a Toledo. Il PLA è composto da me e Guillermo. Siamo due giovani biologi impegnati nell'agricoltura biologica, nell'ottenere un olio extra vergine di oliva di qualità e nella formazione dei consumatori. Nel 2010, dopo aver conseguito la laurea in Biologia, la nostra famiglia ci ha chiesto se potevamo aiutarli a recuperare e gestire la piccola azienda agricola di olivi centenari che avevano a Toledo. Abbiamo deciso di continuare con l'attività di famiglia e sapevamo bene che avremmo dovuto completare i nostri studi e formarci sia nella parte agricola, sia nella degustazione e lavorazione degli oli. Così abbiamo frequentato diversi corsi di olivicoltura, elaiotecnica e agricoltura biologica, oltre a corsi di degustazione e abbinamenti. Nella campagna del 2019 abbiamo ottenuto una medaglia d'oro nel Concorso internazionale degli oli biologici Ecotrama. Partendo dal presupposto che la natura merita rispetto, abbiamo deciso di prenderci cura dei nostri oliveti basandoci seguendo l'agricoltura biologica. Non aggiungiamo nessun tipo di prodotto chimico artificiale (insetticidi, diserbanti o fertilizzanti). Inoltre, crediamo nella biodiversità come base per sviluppare la nostra agricoltura biologica e realizzare un prodotto sano di altissima qualità. Dopo aver venduto il nostro primo raccolto di olive e aver visto il prezzo basso pagato agli agricoltori per la loro materia prima, abbiamo deciso di produrre il nostro proprio Olio Extravergine di Oliva Biologico al fine di garantire un giusto prezzo all'origine all'agricoltore, sempre concentrandoci sulla qualità. La nostra azienda è piccola e non possiamo avere un nostro frantoio. Ecco perché affittiamo il frantoio durante i giorni di produzione dell'olio. È un piccolo frantoio familiare in cui si prendono cura di ogni parte del processo produttivo e rispettano i passaggi da seguire per ottenere un olio di qualità. Ogni giorno produciamo l'Olio Extra Vergine di Oliva Cornicabra proveniente da raccolta anticipata in meno di 7 ore e a estrazione a freddo. Quando l'olio è pronto, lo conserviamo in un serbatoio di acciaio inossidabile con un'atmosfera di azoto per mantenere tutte le sue proprietà. La nostra sfida, infine, è quella di “avvicinare la città alla campagna”, affinché il consumatore sappia cosa c'è dietro ogni bottiglia e abbia così dei criteri per scegliere un olio di qualità.
Progetto Los Aires
Il Progetto Los Aires è un oliveto che comprende alberi centenari e altri con un'età intorno ai 70 anni della nostra varietà locale, il Cornicabra coltivato a secco. I nostri oliveti si trovano ad Arcicóllar, un piccolo paese situato a 30 km da Toledo e 60 km da Madrid, a un'altitudine di 560 metri sul livello del mare. Più di 400 dei nostri olivi sono centenari e appartenevano al bisnonno di Guillermo, ma non abbiamo informazioni su chi li abbia piantati (in paese ci dicono che quando ha comprato l'oliveto gli alberi erano già presenti). Successivamente vennero accuditi da suo nonno e suo padre, che negli anni '50 si occuparono di piantare altri alberi, fino a quando negli ultimi anni ci chiesero se potevamo continuare con la cura familiare dell'oliveto. Quando furono piantati quegli alberi, il metodo tradizionale consisteva nel prendere diversi rami derivanti dalla potatura e fare un grande buco nel terreno per interrarli, senza radici, che impiegavano tra i 15 e i 20 anni per produrre per la prima volta. Quando questi alberi furono piantati, il modo tradizionale di piantarli era quello di prendere diversi rami precedentemente potati e fare una grande buca nel terreno per seppellirli sullo stesso punto senza radici, in questo modo impiegavano tra i 15 e i 20 anni per produrre qualcosa per la prima volta. Così, quando vediamo uno di questi tronchi, non si tratta di un solo albero, ma di 3 o 4 che si sono fusi insieme nel corso degli anni. La potatura è molto importante affinché un albero continui a essere produttivo dopo tanti anni: l'idea è di ottenere un tronco centenario ramificato in 3 o 4 rami principali, da cui si sviluppino altri rami giovani di massimo 6-7 anni, che saranno quelli produttivi. Coltiviamo il nostro oliveto basandoci sulla biodiversità come base dell'agricoltura biologica. È circondato da vigneti e cereali che, insieme all'oliveto, sono le colture tradizionali della nostra zona. Inoltre, queste colture offrono rifugio a specie quali la pernice rossa, otarde, civette, gufi, nibbi, conigli, volpi e cinghiali. Il nostro oliveto è una coltura a secco, quindi l'acqua che ricevono gli olivi è semplicemente acqua piovana. Abbiamo recuperato l'oliveto qualche anno fa, con l'impegno e la scommessa sull'agricoltura biologica. Attualmente e dal 2014 abbiamo un certificato biologico. Il passaggio per le colture legnose dura 3 anni, nei quali abbiamo eliminato le tecniche di coltivazione tradizionali, a cui l'albero è abituato, come l'uso di prodotti chimici, la combustione dei resti di potatura, la lavorazione del terreno, ecc. e incorporando nuove tecniche come: * __Il mantenimento della copertura vegetale__ per controllare l'erosione, migliorare la struttura del suolo e quindi promuovere la biodiversità. La presenza di diversi invertebrati, batteri e funghi è benefica per l'equilibrio del suolo e quindi dell'agroecosistema. Ognuna delle diverse specie di erba che abbiamo nell'oliveto agirà attirando diversi insetti (tra cui coccinelle, ragni, mantidi religiose, vespe…) che saranno benefiche per la nostra coltivazione poiché agiscono come nemici dei nostri principali parassiti. Inoltre, ci daranno diversi tipi di sostanze nutrienti decomponendole e incorporandole nel terreno. * Prima che finisca la stagione delle piogge, tagliamo quest'erba per evitare la competizione con gli alberi per l'acqua, poiché nel nostro clima è senza dubbio una risorsa limitata, a causa delle scarse precipitazioni. * Tra __i resti di potatura__, normalmente eliminiamo i rami più grossi per usarli come legna da ardere, mentre mettiamo i rami più piccoli nelle file lungo l'oliveto e li trituriamo per reintegrarli nel terreno, creando così gradualmente una pacciamatura che protegga il nostro suolo e contribuisca con nuova materia organica. * Quest'anno abbiamo utilizzato alcuni dei rami più grandi per realizzare tavolette su cui abbiamo scritto il nome di ogni CrowdFarmer e che abbiamo appeso agli alberi per identificarli. * Per quanto riguarda il controllo dei parassiti, monitoriamo la loro presenza con piastre contenenti sostanze attrattive per i nostri principali nemici e utilizziamo trattamenti solo se necessario (e sempre con prodotti naturali e metodi specifici per ogni parassita). Nel nostro progetto siamo in due a lavorare tutto l'anno (Guillermo e Laura), mentre un'altra persona ci aiuta per la maggior parte dell'anno. La squadra aumenta nel periodo della raccolta delle olive (a seconda della raccolta siamo tra le sei e le otto persone) e in quello della potatura degli olivi (4 persone). Tutte le persone che lavorano con noi ricevono uno stipendio secondo gli accordi e possiedono la loro previdenza sociale. La selezione della frutta per fare il succo di oliva viene effettuata con un mese di anticipo rispetto alla raccolta, poiché effettuiamo analisi che determinano il rendimento dell'olio e la percentuale di umidità dell'oliva. Analizziamo a campione le olive per determinare il loro indice di maturazione, stabilendo così il momento giusto per la raccolta e accertandoci che il frutto sia nelle migliori condizioni per dare un aroma fruttato e un buon sapore di oliva.
Informazioni tecniche
Indirizzo
Progetto Los Aires, Arcicóllar, ES
Altitudine
560 m
La Squadra
1 donna e 2 uomini
Dimensione
22 ettari
Tecniche di coltivazione
Agricoltura biologica
Sistema d’irrigazione
Aridocoltura
Domande frequenti
Che impatto genera il mio acquisto?
Come viaggia il mio ordine?
Che garanzia di acquisto ho?
Quali vantaggi ottengo acquistando direttamente dall'agricoltore?
versión: 0.89.2_20230203_125834