Prugne secche biologiche di Ferme du Lacay

2,70 kg/scatola

Prugne secche biologiche di Ferme du Lacay

2,70 kg/scatola

Acquista direttamente dal produttore. Nessun Intermediario.
Raccolto limitato e stagionale.
Il Farmer non effettua spedizioni (per il momento) nel Paese selezionato:  Stati Uniti
Specifiche
Contenuto della scatola: 1 scatola contiene 2.7kg di prugne secche biologiche
Varietà: Ente
1 x Prugne biologiche Agen semi cotte per cucinare (sacchetto da 1kg = 110-132 frutti): generalmente usate in cucina: si gonfiano leggermente mantenendo la loro forma, rimangono dolci ed assorbono il sugo e il sapore delle tue preparazioni
3 x Prugne biologiche Agen disossate (sacchetti da 375g, totale di 88-110 frutti): pratiche e buone: si mangiano come se fossero caramelle; ideali come snack e per l'alimentazione degli atleti; senza nocciolo
1 x Prugne biologiche Agen "autentiche" (sacchetto da 500g = 66-88 frutti): molto carnose e saporite; le più apprezzate per le loro caratteristiche; naturalmente delicate e dolci
Sono tutte delicate, senza zucchero e conservanti; hanno la certificazione IGP “Pruneaux d’Agen” e la denominazione "mi-cuit" (semi cotte)
Agricoltura biologica certificata dal marchio europeo di Agricoltura Biologica dal 2013
Tutte le prugne si possono conservare nel loro sacchetto per un anno; una volta aperto, trasferiscile in un contenitore ermetico e conservale in frigorifero per un massimo di 2 mesi
seal icon
Guardiano dell'ambiente
seal icon
Contadino esperto
seal icon
Prodotto con radici
seal icon
Agricoltore 360
seal icon
Nuova piantagione
seal icon
Nessun pesticida
seal icon
Biologico
seal icon
Agricoltore giovane
seal icon
Piccolo agricoltore
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Accetta visite
Aurélien Pourcel
Sono Aurélien Pourcel e rappresento la quarta generazione che si prende cura della fattoria Lacay. Fin da bambino avevo il desiderio di lavorare nella fattoria di famiglia, ma portando un valore aggiunto. Per questo, dopo essermi laureato in economia, sono andato a vivere un anno in Australia, dove ho scoperto un nuovo paese e un nuovo modo di lavorare. Poi mi sono trasferito nel Regno Unito per un paio di mesi e alla fine sono tornato alle origini per curare e sviluppare la parte commerciale dell'azienda di famiglia. Uno degli obiettivi era anche quello di rompere con le catene di distribuzione tradizionali e di cominciare a vendere i nostri prodotti direttamente al consumatore. Al giorno d'oggi controlliamo la nostra filiera dalla produzione alla vendita al consumatore ed è un vero piacere poter condividere la nostra professione con altre persone. Mia mamma, Claire, è incaricata della lavorazione dei prodotti e mio papà, Patrick, della produzione. Io e mia sorella invece ci occupiamo delle questioni amministrative, come ad esempio la vendita. Anche se lavorare in famiglia non è sempre facile, abbiamo trovato un equilibrio che ci permette di proseguire con la stessa visione. CrowdFarming si incastra perfettamente nella nostra volontà di avvicinamento ai consumatori e di offrire loro la qualità della tradizione che non si può trovare nei supermercati. Inoltre, ci da la possibilità di presentare i nostri prodotti a una grande comunità di persone. Non saremmo mai potuti arrivare a questo punto senza tutti i nostri sforzi per sviluppare l'azienda.
Ferme du Lacay
"Lacay" in patois (un dialetto francese) significa "stagno delle anatre": nella fattoria c'era, infatti, uno stagno per evitare che le anatre scappassero nel fiume Lot che scorre qui vicino. La Ferme du Lacay fu comprata da mio bisnonno nei primi anni '20 del Novecento, ma fu mio nonno ad avviare la coltivazione di prugne d'Ente. Mio papà iniziò ad amministrare la fattoria negli anni '90 ed ora tutta la famiglia ci lavora. Siamo una tipica fattoria di Lot et Garonne e coltiviamo frutteti di prugni che hanno la certificazione IGP (indicazione geografica protetta) e di Agricoltura Biologica. Non buttiamo via nulla: le prugne che sono danneggiate o troppo piccole vengono destinate alla produzione di liquore di prugna (da consumarsi con moderazione) con l'aiuto di una distilleria vicina. Gli scarti vengono compostati. Siamo anche fortunati ad avere un fiume al lato che ci permette di irrigare gli alberi durante le ondate di calore con centrali di pompaggio. Irrighiamo con l'aiuto di piccoli avvolgitubi che abbiamo installato nella fattoria: mio nonno era bravo con i lavori manuali e creò queste piccole bobine che ci permettono di irrigare solamente i piedi della pianta nelle quantità di cui abbiamo bisogno. Per noi il rispetto della natura e dei nostri alberi è fondamentale, ragione per cui abbiamo avviato la conversione all'agricoltura biologica. Trattiamo i nostri alberi di prugna con prodotti naturali e semplici, come ad esempio l'argilla, che fa da barriera protettiva contro gli insetti. Tutta la famiglia lavora a tempo pieno nella fattoria: i miei genitori, Patrick e Claire, si occupano della produzione e della lavorazione delle prugne biologiche, mentre mia sorella Eva ed io ci incarichiamo della vendita e delle comunicazioni. Entrambi abbiamo svolto studi nell'ambito economico con il fine di essere in grado di sviluppare un canale di vendita diretta nella nostra azienda per ottenere l'indipendenza dai grossisti del nostro settore.
Informazioni tecniche
Indirizzo
Ferme du Lacay, Penne d’Agenais, FR
La Squadra
2 donne e 2 uomini
Tecniche di coltivazione
Agricoltura biologica
Sistema d’irrigazione
Irrigazione a goccia
Domande frequenti
Che impatto genera il mio acquisto?
Come viaggia il mio ordine?
Che garanzia di acquisto ho?
Quali vantaggi ottengo acquistando direttamente dall'agricoltore?
version: 0.71.0_20221125_111753