scalogni tradizionali
Maison Quemener

scalogni tradizionali

Fine della stagione delle adozioni
Vedi altri progetti
Informazioni
Storia
Il progetto

Adotta un campo di scalogni dell'azienda agricola "Maison Quemener" che si trova a Roscoff (Francia) e ricevi il tuo raccolto a casa sotto forma di scalogni tradizionali. Tiphaine si prenderà cura della tua adozione e ne scatterà una foto. Dal tuo account puoi anche scaricare un certificato di adozione e, se vuoi, puoi programmare una visita all'azienda agricola. Non c'è alcun obbligo di permanenza: nonostante la tua adozione venga rinnovata automaticamente, ne sarai sempre informato in anticipo e potrai decidere di cancellarla in qualunque momento purchè la preparazione non sia ancora cominciata.

seal icon
Guardiano dell'ambiente
seal icon
In conversione al biologico
seal icon
Agricoltore 360
seal icon
Agricoltore giovane
seal icon
Piccolo agricoltore
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Accetta visite
Cosa adotti?

Adotterai un campo di scalogni di cui ci prendiamo cura nella nostra azienda agricola che si trova a Roscoff (Francia). Seguiamo le norme di agricoltura biologica dell'Unione Europea e siamo nel processo di conversione al biologico: ci aspettiamo di ottenere il marchio ufficiale entro 2024. Coltiviamo lo scalogno tradizionale con il metodo che ci hanno insegnato i nostri genitori, che a loro volta lo hanno appreso dai loro genitori e così via per decenni e decenni (potremmo andare indietro di cento anni!). Gli scalogni tradizionali vengono prodotti per propagazione vegetativa e mettiamo da parte i bulbi di un raccolto per piantarli nel raccolto successivo: è una tecnica che richiede molto tempo e abilità nel selezionare i bulbi migliori di un raccolto, per poi piantarli e raccoglierli a mano. Non bisogna assolutamente confondere lo scalogno tradizionale con quello che nasce dai semi! Per vedere la differenza tra i due, dobbiamo leggere le etichette. Il primo viene coltivato selezionando e piantando i bulbi a mano; il secondo è il risultato di diverse ibridazioni effettuate con l'unico obiettivo di ridurre il costo di produzione, consentendo di eliminare qualsiasi lavoro svolto manualmente tramite l'uso delle macchine. Piantiamo i bulbi di scalogno tra gennaio e marzo e li raccogliamo a fine giugno/inizio luglio, quando sono ben asciutti. Poi li lasciamo in un luogo ventilato, al riparo dall'umidità, dove potremo conservarli diversi mesi (praticamente fino al prossimo raccolto). 1 m² di campo di scalogni produce in media 2 kg ogni stagione.

Che cosa ricevi?

Ogni stagione ti invieremo una scatola contenente: __2 kg di scalogni tradizionali__ * 1kg = circa 25 scalogni * Sapore più delicato e meno marcato rispetto a quello della cipolla, quindi si possono consumare crudi con più facilità, per esempio nella vinagrette * Li raccogliamo a luglio e si conservano in ottime condizioni fino ad aprile dell'anno successivo * Conservarli in un luogo fresco, asciutto e ventilato * Ideali da mangiare crudi, da aggiungere ad insalate o da caramellizzare per mettere in risalto la loro dolcezza; idea particolare: inseriscili a macerare in una bottiglia di aceto e saranno un accompagnamento perfetto per le ostriche * Per evitare di lacrimare mentre li tagli, bagna il coltello prima.

Quando lo ricevi?

La raccolta avviene a luglio e le spedizioni verranno effettuate a novembre, così da avere il tempo di verificare la corretta conservazione e selezionare per te i scalogni migliori.

Perché adottare?
Scopri da chi, come e dove viene prodotto il tuo cibo. Acquista il tuo cibo in modo consapevole, diretto e coerente.
Acquistare senza intermediari permette al produttore di ottenere prezzi migliori. Ciò contribuisce a creare posti di lavoro e condizioni sociali migliori negli ambienti rurali.
Quando adotti qualcosa permetti al produttore di assicurarsi la vendita a un prezzo fisso e di produrre su richiesta. In questo modo è anche possibile evitare lo spreco di cibo che viene coltivato senza essere venduto.
Sostieni i coltivatori che si battono per l'utilizzo di imballaggi e pratiche di coltivazione rispettosi dell'ambiente.
vs: 0.53.1_20220927_190300