farina biologica
Fastuchera

farina biologica

Il Farmer non effettua spedizioni (per il momento) nel Paese selezionato:  Stati Uniti
Vedi altri progetti
Informazioni
Storia
Il progetto

Adotta un campo di grano dell'azienda agricola "Fastuchera" che si trova a Cammarata (Italia) e ricevi il tuo raccolto a casa sotto forma di farina biologica. Nicola si prenderà cura della tua adozione e ne scatterà una foto. Dal tuo account puoi anche scaricare un certificato di adozione e, se vuoi, puoi programmare una visita all'azienda agricola. Non c'è alcun obbligo di permanenza: una volta ricevuto il prodotto e valutata l'esperienza, puoi decidere se rinnovare la tua adozione o meno.

seal icon
Guardiano dell'ambiente
seal icon
Biologico
seal icon
Piccolo agricoltore
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Accetta visite
Cosa adotti?

Adotterai un campo di grano della nostra azienda agricola che si trova a Cammarata (Italia). Coltivazione biologica certificata dal marchio dell'Unione Europea per l'Agricoltura Biologica dal undefined. Le varietà Tumminìa, Maiorca e Russulidda sono antichi grani siciliani coltivati e lavorati secondo metodi biologici che permettono di mantenerne intatte tutte le caratteristiche nutrizionali e organolettiche. Questi grani vengono macinati in un mulino a pietra, per preservare il microbiota associato, le vitamine, i minerali e le proteine che li rendono un prodotto di alta qualità e facilmente digeribile. Queste varietà sono state selezionate e conservate da generazioni di agricoltori siciliani per il proprio consumo e sopravvivenza: incarnano la storia, l'identità e il legame con il territorio. Tumminìa (*Triticum durum Desf. varietà affine Koer *). La Tumminìa, o grano marzuolo (grano di marzo), è probabilmente il grano nativo della Sicilia: vi sono testimonianze della sua coltivazione sull'isola che risalgono a 2500 anni fa. Il suo profumo unico e caratteristico ricorda la mandorla e il malto. Grazie alle sue qualità nutrizionali e alla sua produzione, che unisce tradizione e rispetto per il territorio, la farina di Tumminìa è stata riconosciuta dal movimento internazionale Slow Food come parte del patrimonio gastronomico italiano. A differenza delle altre varietà, è un frumento a ciclo breve molto rustico, che veniva coltivato soprattutto in annate molto piovose, quando non era possibile seminare le altre varietà più produttive e si rischiava la fame. Veniva seminato all'inizio della primavera e la farina nera della Tumminìa nel ricordo di tanti anziani rappresenta il sapore degli anni più difficili: in passato si diceva "Nìvuru lu pani e nìvura la fami" (pane nero, nera la fame) o, per scacciare gli anni brutti, "tumminìa rara e tardìa fora di la mìa!" (Tumminìa poco produttiva e tardiva sta' lontana da casa mia). Russulidda (*Triticum durum var. Hordeiforme*). La Russulidda e la Maiorca sono state introdotte da alcuni secoli (un po' come i fichi d'india, i pistacchi e gli agrumi), si sono adattate bene alle condizioni ambientali e climatiche dell'isola e hanno modellato a lungo il paesaggio agrario delle aree interne. Di un colore che tende al rosso, da cui prende il nome "Russulidda", era considerato il grano duro più pregiato per la preparazione del pane e della pasta, tanto che in alcuni paesi veniva chiamato "la priziusa" (la preziosa). Ottimo per pasta fresca e secca, oppure pane a pasta dura altamente digeribile, che si conserva per giorni e sprigiona un leggero aroma erbaceo. Maiorca (*Triticum vulgare Host. Var. Albidum Koern*). La varietà Maiorca, anticamente chiamata Roccella, è invece il grano tenero della tradizione, da cui è nata la ricca e rinomata tradizione pasticcera dell'isola. Dopo essere stata coltivata per secoli e poi abbandonata, questa varietà è stata ora recuperata e viene coltivata in modo biologico. Dal suo caratteristico chicco bianco si ottiene una farina bianca morbida, ricca di proteine e povera di glutine. Ha ottime caratteristiche di cottura ed è adatta soprattutto per fare dolci. Una campo di grano produce una media di 6 kg ogni stagione.

Che cosa ricevi?

Ogni stagione ti invieremo una scatola contenente: 1x __Farina integrale Tumminìa__ (sacchetto di carta da 1 kg) 1x __Farina Tumminìa per pane e pizza macinata a pietra__ (sacchetto di carta da 1 kg) 1x __Farina semi-integrale Russulidda per pane e pizza macinata a pietra__ (sacchetto di carta da 1 kg) 1x __Farina integrale Russulidda__ (sacchetto di carta da 1 kg) 1x __Farina integrale Maiorca__ (sacchetto di carta da 1 kg) 1x __Farina Maiorca per tutti gli usi macinata a pietra__ (sacchetto di carta da 1 kg) Confezionamento e conservazione: impacchettiamo la tua farina in sacchetti di carta, senza plastica. Le farine si possono conservare fino a sei mesi in un luogo fresco e secco. Varietà: abbiamo restaurato e riprodotto queste autentiche ed originali varietà senza ricorrere ad OGM.

Quando lo ricevi?

Durante il processo di acquisto potrai scegliere una delle date che il Farmer propone per ricevere la tua scatola. Le farine vengono spedite a novembre, periodo in cui viene effettuata la prima molitura del grano nuovo, il quale si raccoglie a luglio e viene lasciato a riposo per circa due mesi.

Perché adottare?
Scopri da chi, come e dove viene prodotto il tuo cibo. Acquista il tuo cibo in modo consapevole, diretto e coerente.
Acquistare senza intermediari permette al produttore di ottenere prezzi migliori. Ciò contribuisce a creare posti di lavoro e condizioni sociali migliori negli ambienti rurali.
Quando adotti qualcosa permetti al produttore di assicurarsi la vendita a un prezzo fisso e di produrre su richiesta. In questo modo è anche possibile evitare lo spreco di cibo che viene coltivato senza essere venduto.
Sostieni i coltivatori che si battono per l'utilizzo di imballaggi e pratiche di coltivazione rispettosi dell'ambiente.
vs: 0.54.1_20220930_102550