Formaggio stagionato DOP Idiazabal di pecora Latxa di Etxelekua

1,50 kg/scatola

Formaggio stagionato DOP Idiazabal di pecora Latxa di Etxelekua

1,50 kg/scatola

Acquista direttamente dal produttore. Nessun Intermediario.
Raccolto limitato e stagionale.
Il Farmer non effettua spedizioni (per il momento) nel Paese selezionato:  Stati Uniti
Specifiche
Contenuto della scatola: 1 scatola contiene 1.5kg di formaggio stagionato DOP Idiazabal di pecora Latxa
Razza: Latxa
1 x Formaggio di pecora Latxa stagionato DOP Idiazabal (1,4kg - avvolto in carta)
Forma rotonda; crosta naturale dura, liscia e non trattata con cere o tinture; colore oscilla dal beige giallognolo al grigio, causato dalla muffa; all'interno è giallo paglierino, colore dovuto all'elaborazione con latte crudo ricco di grassi
Aroma penetrante e pulito, odore di latte di pecora con un piccolissimo punto piccante; consistenza soda, semi secca, elasticità poco pronunciata e un pò friabile per via della stagionatura; sapore equilibrato, all'inizio dolce e pulito, poi più vivo per le note piccanti e salate; retrogusto durevole
Raccomandiamo di consumarlo a temperatura ambiente, quindi, se lo conservi in frigorifero, lascialo riposare per 15 minuti prima di mangiarlo
Conservalo in un panno di cotone asciutto, così viene protetto dall'esterno ma può continuare a respirare; l'ideale è conservarlo sempre nello stesso panno in una dispensa asciutta e fresca, altrimenti in uno dei compartimenti del frigorifero: in questo modo si conserverà per 6 mesi.
[object Object]
seal icon
Guardiano dell'ambiente
seal icon
Contadino esperto
seal icon
Zona disabitata
seal icon
Prodotto con radici
seal icon
Agricoltore 360
seal icon
Niente plastica
seal icon
Piccolo agricoltore
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Accetta visite
Ana Mari Bengotxea
Mi chiamo Ana Mari Bengotxea e sono la più grande di 6 fratelli, quindi fin da piccola ho dovuto aiutare i miei genitori Manuel e Maribel che non dovevano occuparsi solamente di 6 figli, ma anche di molte pecore! Crescere in famiglia e circondata da pecore e formaggi mi ha fatto assimilare in modo inconsapevole molte conoscenze dal valore incalcolabile e che utilizzo tutt’oggi nel caseificio. Tuttavia, il mio percorso professionale non è stato lineare: dopo aver terminato gli studi in amministrazione d’impresa iniziai a lavorare in banca, ma dato che non trovavo soddisfazione decisi di tornare alle mie origini e di continuare con l’azienda di famiglia. Ricordo ancora che lasciavo a metà i compiti per andare a curare le pecore insieme ai miei genitori, o per portare, insieme ai miei fratelli e tutti in fila, le taniche piene di latte fino al caseificio. Credo che questi ricordi abbiano influito sulla mia scelta di lasciare il lavoro in banca. Anche se lavorare con gli animali significa impegnarsi al 100% ogni giorno, è comunque un lavoro che ho sempre amato fin da piccola, ragione per cui non lo considero così pesante. Inoltre, lavorare in un’azienda di famiglia permette di conciliare la vita professionale con quella famigliare, in modo che possa passare tempo con le mie tre figlie. In questa avventura mi accompagnano mia sorella Ione e mio fratello Xabier, che a volte viene affiancato da mio marito quando gli animali sono nei pascoli. Mia sorella Ione ha una storia simile alla mia, dato che abbiamo studiato la stessa cosa e dopo aver lavorato in altri settori ha deciso di tornare alla base. Noi due ci occupiamo della lavorazione e della vendita del nostro formaggio, mentre Xabier ha sempre avuto chiaro in mente che avrebbe voluto occuparsi delle pecore: accompagnava nostro papà fin da piccolo ed ha imparato tutto quello che è necessario per prendersi cura degli animali. Oggi quindi nutre e munge le pecore, gestisce i prati ed i monti e le accompagna sempre, dai parti all’allattamento.
Etxelekua
Il nostro caseificio si chiama Etxelekua, nome composto da due parole basche: “exte” (“casa”) e “lekua” (“luogo”), quindi indica il luogo dove vivono le pecore. Ci troviamo a Urdazubi/Urdax, un paese nel nord di Navarra, sul confine tra Francia e la Valle de Baztán, proprio ai piedi dei Pirenei. Si tratta di una posizione privilegiata e il turismo che le montagne attraggono rappresenta una delle principali attività socio economiche della zona. Una delle particolarità della pastorizia nei Paesi Baschi è che è sempre stata separata dalle attività agricole. C’è sempre stata la tradizione di avere un paio di pecore, col latte delle quali si potessero elaborare formaggio ed alimenti per il consumo proprio, ma senza mai arrivare a greggi di grandi dimensioni. Mio papà Manuel, pastore da tutta la vita, si sposò con mia mamma Maribel, che portò a Etxelekua la tradizione della produzione di formaggio, quindi unirono queste due attività che per tradizione non venivano effettuate in concomitanza. Negli anni ‘90 iniziarono a vendere i loro formaggi ed oggi a continuare la loro attività siamo noi, 3 dei loro 6 figli. La pecora Latxa non potrebbe vivere a regime intensivo ed il nostro lavoro si basa proprio sulle sue necessità biologiche. Le pecore di solito partoriscono a fine novembre ed abitualmente si tratta di un solo agnello, che passa con la madre il primo mese di vita alimentandosi del suo latte che ha una qualità nutrizionale ineguagliabile. Dopo il primo mese selezioniamo gli agnelli che vogliamo mantenere e vendiamo il resto a una cooperativa che li destinerà alla vendita ad altri allevamenti o al mercato della carne. Una volta cresciuti gli agnelli iniziamo a mungere le pecore per circa 6 mesi, durante i quali pascolano all’aria aperta quasi tutti i giorni. Mentre gli agnelli imparano a nutrirsi nei pascoli, integriamo alla loro alimentazione anche mangime e siero. Le pecore adulte invece stanno all’aria aperta giorno e notte (a meno che non ci sia brutto tempo), mentre quelle che devono essere munte o hanno partorito di recente passano la notte nella stalla, dove hanno almeno 1,5 m² di spazio a testa. Il periodo di mungitura coincide con quello di produzione del formaggio, quindi sono giorni molto intensi che vanno da dicembre a giugno. Una volta terminata la mungitura le pecore pascolano libere fino al nuovo parto e questo periodo per noi corrisponde al controllo della stagionatura naturale del formaggio, alla gestione delle vendite, ed alla ricezione di visite. Le nostre pecore hanno in media dai 3 ai 4 anni e per garantire la loro salute e benessere effettuiamo due operazioni fondamentali per la loro igiene: tosatura a maggio, affinchè possano passare l’estate in modo confortevole e per evitare il proliferare di pidocchi ed altre malattie taglio della coda agli agnelli appena nati per evitare possibili infezioni (miasis cutanea) per accumulo di sporcizia nella lana e per favorire un più alto livello di igiene nel gregge in generale.
Informazioni tecniche
Indirizzo
Etxelekua, Urdax, ES
Altitudine
94 m
La Squadra
2 donne e 1 uomo
Dimensione della mandria
570
Domande frequenti
Che impatto genera il mio acquisto?
Come viaggia il mio ordine?
Che garanzia di acquisto ho?
Quali vantaggi ottengo acquistando direttamente dall'agricoltore?
version: 0.73.0_20221201_170906