verdure miste biologiche
Bio Milana

verdure miste biologiche

Il Farmer non effettua spedizioni (per il momento) nel Paese selezionato:  Stati Uniti
Vedi altri progetti
Informazioni
Storia
Il progetto

Adotta 10m² di un orto di "Bio Milana" a Ispica (Italia) e ricevi il tuo raccolto a casa sotto forma di verdure miste biologiche. Daniela si prenderà cura della tua adozione e ne scatterà una foto. Puoi anche scaricare un certificato di adozione e, se vuoi, puoi programmare una visita all'azienda agricola. Non c'è alcun obbligo di permanenza: nonostante la tua adozione venga rinnovata automaticamente, ne sarai sempre informato in anticipo e potrai decidere di cancellarla in qualunque momento purchè la preparazione non sia ancora cominciata.

seal icon
Guardiano dell'ambiente
seal icon
Senza BPA
seal icon
Agricoltore 360
seal icon
Niente plastica
seal icon
Biologico
seal icon
Energia rinnovabile
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Accetta visite
Cosa adotti?

Adotti 10m² di un orto della nostra azienda agricola a Ispica (Italia) . Coltivazione biologica certificata dal marchio dell'Unione Europea per l'Agricoltura Biologica dal 1992. Le verdure che ricevete sono il risultato del lavoro meticoloso nella nostra azienda agricola. L'azienda si trova molto vicino al mare, all'interno di una riserva naturale, la riserva Longarini, dove è possibile solo la coltivazione biologica. Vicino al terreno dove produciamo i nostri ortaggi vivono fenicotteri, aironi, anatre e gabbiani, con i quali ci piace condividere lo spazio e parte del prodotto che produciamo. Uno dei grandi vantaggi della zona in cui ci troviamo sono le temperature molto alte, soprattutto in estate, e l'esposizione diretta al sole, che permettono alle nostre verdure di maturare perfettamente. Non usiamo serre, che causano la produzione di grandi quantità di azoto, oltre a rovinare il paesaggio locale, che in molte zone è costituito da riserve naturali e aree protette. La brezza marina mitiga il clima sulla prima parte della superficie del terreno e stabilizza l'umidità della zona. Coltiviamo carciofo violetto di Sicilia, carote Namibia, patate Nicola e finocchio Augusto. Il carciofo ha origini mediorientali ed era già conosciuto in epoca egizia sia a scopo fitoterapico che alimentare. Il suo arrivo in Italia si deve agli Etruschi. Il carciofo ha un rizoma sotterraneo, dalle cui gemme o ovuli si sviluppano diversi fusti. Il fusto è cilindrico e carnoso, con una striatura longitudinale. Le foglie hanno forme molto diverse: sono grandi (fino a circa 1,5 m in alcune cultivar con semi), oblungo-lanceolate, con lamina intera nelle piante giovani e in quelle vicine ai capolini, pennate e più o meno incise in quelle basali. La carota originariamente non era arancione come la conosciamo oggi, ma era di colore viola scuro. Arrivò in Europa intorno al 1100 grazie agli arabi che la piantarono in Spagna. Poi Caterina de' Medici le portò in Italia nel 1200 e le introdusse nella cucina dell'aristocrazia. Nel 1500, la carota viola era molto popolare, ma verso il 1600 ci fu un grande declino di questo ortaggio, sostituito dalla carota arancione, che iniziò a dominare il mercato occidentale. È una specie erbacea biennale, alta fino a 100 cm. Nel gergo comune la carota ci si riferisce di solito alla parte commestibile, di colore arancione, che è la radice. La patata ha i suoi centri d'origine in Perù, Bolivia e Messico, dove è stata coltivata fin dalle civiltà Azteca e Inca. I primi europei che la assaggiarono descrissero il suo sapore come simile a quello delle castagne. All'inizio il suo nome era 'papa', ma in Europa veniva chiamata 'patata' perché veniva confusa con la patata dolce dell'America tropicale. Il fusto è ascendente, ramificato e alto fino a un metro. Le foglie sono pennate e combaciano. Le infiorescenze a forma di corimbo sono bianche, ma a volte rosa o viola, a seconda della varietà. Il frutto è una bacca ed è molto velenosa. Nella parte inferiore del fusto si generano gli stoloni. Da questi hanno origine i tuberi, che sono la parte commestibile della pianta. Il finocchio è originario dell'Asia Minore, e nell'antichità era già conosciuto da Egizi, Greci e Arabi, e si diffuse in tutta l'area mediterranea. Il finocchio viene coltivato per il suo grumo carnoso e bianco di foglie ispessite, che si sovrappongono l'una all'altra. La pianta può raggiungere un'altezza di 10-15 cm da terra, allungandosi e ramificandosi fino a un'altezza massima di 80 cm. Il tuo orto produce una media di 40kg di verdure miste biologiche per ogni stagione. Non sei obbligato a consumare l'intero raccolto. Ogni stagione puoi decidere quanto raccolto vuoi prenotare e pagare la gestione in base alla quantità prenotata. Quindi paghi solo quello che consumi e noi possiamo pianificare e vendere ad altre persone la quantità che non desideri.

Che cosa ricevi?

Durante la stagione riceverai la quantità di raccolto da te prenotata. Puoi prenotare un minimo di 2 e un massimo di 8 scatole. Una volta confermata l'adozione, potrai pianificare le spedizioni nel tuo account. Formato di spedizione: __scatola di cartone da circa 5 kg di verdure miste biologiche__ * Carote Namibia (1kg): la parte che si consuma è la radice o fittone di forma conica, va lavata con acqua e sbucciata, croccante con sapore dolce * Patate Nicola (1kg): tubero di forma ovale, commestibile anche la buccia se accuratamente pulita, sapore dolce molto pastoso * Finocchio Augusto (1Kg): guaina bianca e carnosa che cresce attaccata al terreno, sapore dolce e molto delicato * Carciofo violetto (2Kg): la parte commestibile della pianta è il capolino, cioè l'infiorescenza, va pulito delle parti esterne dure e si può consumare la parte interna, ha un sapore dolce con un tocco di amaro * Raccolte su richiesta, spedite senza cera o trattamenti di conservazione della buccia, in una scatola di cartone senza plastica * Coltivazione biologica certificata dal marchio europeo per l'Agricoltura Biologica dal 1992 * Se conservato nel frigo, può durare fino a 7 giorni in buone condizioni È anche possibile congelare le verdure. Bisogna prima pulirle, lavarle e asciugarle bene, metterle in un contenitore ermetico e conservarle nel congelatore per un massimo di 3 mesi.

Quando lo ricevi?

Associando in questa scatola varietà di verdure con una stagionalità simile, le riceverete ogni settimana tra dicembre e marzo.

Perché adottare?
Scopri da chi, come e dove viene prodotto il tuo cibo. Acquista il tuo cibo in modo consapevole, diretto e coerente.
Acquistare senza intermediari permette al produttore di ottenere prezzi migliori. Ciò contribuisce a creare posti di lavoro e condizioni sociali migliori negli ambienti rurali.
Quando adotti qualcosa permetti al produttore di assicurarsi la vendita a un prezzo fisso e di produrre su richiesta. In questo modo è anche possibile evitare lo spreco di cibo che viene coltivato senza essere venduto.
Sostieni i coltivatori che si battono per l'utilizzo di imballaggi e pratiche di coltivazione rispettosi dell'ambiente.
vs: 0.54.2_20221003_093337