Miele biologico delle Alpi di Apicoltura Le Querce

2,40 kg/scatola

Miele biologico delle Alpi di Apicoltura Le Querce

2,40 kg/scatola

Acquista direttamente dal produttore. Nessun Intermediario.
Raccolto limitato e stagionale.
Il Farmer non effettua spedizioni (per il momento) nel Paese selezionato:  Stati Uniti
Specifiche
Contenuto della scatola: 1 scatola contiene 2.4kg di miele biologico delle Alpi
Razza: Ape Ligustica
2 x miele biologico di rododendro (400 g ciascuno, vasetto): all'assaggio rivela la sua natura floreale, regalando un tenue sentimento di zucchero e il ricordo del profumo della cera vergine
2 x miele biologico di fiori delle alpi (400 g ciascuno, vasetto): il colore varia dall'oro all'ambra chiaro a seconda della fioritura prevalente; mediamente dolce e aromatico; racchiude in sé gli aromi dei nettari da cui deriva, dal tenue carattere del rododendro fino al pungente tono del tarassaco o al caratteristico animo del timo
2 x miele biologico di acacia (400 g ciascuno, vasetto): dolce e delicato, il miele di acacia regala al palato un gentile ricordo di confetto e vaniglia; viene utilizzato principalmente per dolcificare bevande o insalate di frutta; ideale sul pane tostato e imburrato o abbinato a formaggi caprini, pecorino o erborinati
Agricoltura biologica certificata dal marchio europeo di agricoltura biologica dal 2012
Non indicato per bambini di età inferiore ai 12 mesi
Conservare il miele in un luogo fresco e asciutto
Il miele grezzo può cristallizzare durante la conservazione; questo è un processo normale nella maggior parte delle varietà di miele ed è un segno di purezza
seal icon
Guardiano dell'ambiente
seal icon
Agricoltore 360
seal icon
Biologico
seal icon
Energia rinnovabile
seal icon
Agricoltore giovane
seal icon
Piccolo agricoltore
seal icon
Azienda familiare
seal icon
Accetta visite
Emanuele Perino
Mi chiamo Emanuele Perino e fin da piccolo ho spesso dato una mano a nostro padre quando passava le sere a smielare. Dopo gli studi nel campo dell’informatica ed esperienze lavorative in ambiti diversi ho deciso di “lasciare la città” e tornare a vivere in mezzo alla natura, dedicando anima e corpo all’attività di famiglia. L’immagine e il packaging aziendale sono state le prime attività a cui mi sono dedicato, per far capire meglio cosa c’è dietro ad un vasetto di miele. Ora la parte amministrativa è il mio pane quotidiano, a cui si aggiungono le notti di transumanza degli alveari durante la stagione produttiva e la smielatura. La mia giornata tipo varia a seconda della stagione: in inverno mi dedico più alla parte amministrativa e di confezionamento in laboratorio, mentre l’estate la passo “sommerso” dai melari in sala di smielatura. Come me, anche i miei due fratelli Filippo e Gianmarco sono cresciuti in questo mondo fatto di api, miele e mercatini. Le nostre vacanze erano in qualche modo sempre legate alle api e facevamo spesso escursioni in montagna per scoprire nuovi pascoli per le nostre api. Filippo, finito il percorso di studi in ambito musicale, si è buttato a capofitto in mezzo agli alveari. E’ in apiario che passa la maggior parte delle sue giornate. Da marzo a settembre il lavoro con le api non conosce tregua, mentre nel resto dell’anno si occupa delle lavorazioni in laboratorio: invasettamento, etichettatura e spedizioni. Gianmarco è il “forzuto” della famiglia e fin da bambino ha sempre avuto la passione per il verde ed i lavori in campagna. Dopo gli studi in agraria, ha proseguito la formazione nel mondo del tree-climbing e oggi si divide tra questa attività e la gestione degli alveari. Così come per nostro padre, anche per noi è scattata la scintilla della passione per le api. Quando vieni a contatto con questo meraviglioso insetto e inizi a scoprirne i segreti, è impossibile non innamorarsene: è questo che ci spinge a portare avanti la nostra missione ogni giorno. Le difficoltà sono tante e sempre di più, però sappiamo quanto è importante questo insetto per il nostro pianeta, e facciamo del nostro meglio per salvaguardarlo. Siamo felici di far parte di CrowdFarming perché ci rispecchiamo nei valori di sostenibilità e rispetto della natura che vengono qui promossi e perché crediamo nella filiera corta. Vogliamo condividere con i CrowdFarmer la nostra vita in mezzo alle api e dare loro la possibilità di scoprire sapori e profumi di alcuni angoli di natura incontaminata.
Apicoltura Le Querce
I nostri genitori hanno scelto di chiamare l’azienda “Le Querce” in quanto i nostri terreni sono circondati da antiche querce secolari. Ci troviamo nel paese di Azeglio, 1200 abitanti, situato all’interno dell’anfiteatro morenico del Canavese. Ci troviamo proprio sulle sponde del lago di Viverone, tra boschi e colline. Il Canavese, meno conosciuto delle vicine Langhe e Roero, è sicuramente un territorio che merita di essere scoperto per la sua storia, natura (consigliamo una visita alla serra morenica, la collina più lunga d’Europa, e ai suoi laghi originati dal ritiro dei ghiacciai preistorici) e produzioni alimentari di eccellenza come il vino erbaluce, le tome e i salignun (formaggi) e le miasse (fogli di farina di mais e acqua cotte su ferri roventi). Sul finire degli anni ‘70 i nostri zii avevano due alveari e vivevano in un piccolo paesino di montagna al confine tra Piemonte e Valle d’Aosta; praticavano un’apicoltura che oggi sarebbe quasi riduttivo definire “eroica” in quanto gli alveari erano tenuti su un terrazzamento della montagna raggiungibile solo a piedi lungo una stretta mulattiera. Non era possibile meccanizzare l’attività e ogni visita in apiario veniva fatta trasportando tutto a spalle da casa alle “banche” (così si chiamano in dialetto i terrazzamenti). Verso la fine degli anni ’80 i nostri zii decisero di lasciare le api a nostro papà Pino che iniziò così il suo percorso ad Azeglio. All’inizio per lui era un hobby domenicale, ma dopo qualche anno le famiglie di api iniziarono a moltiplicarsi e il miele prodotto era così abbondante che decise insieme a nostra mamma Aurora di aprire l’azienda agricola. Noi figli (Emanuele, Filippo e Gianmarco) siamo cresciuti in mezzo alle api, la smielatura ed i primi mercatini. Negli anni successivi, dopo le varie esperienze scolastiche e lavorative, ci siamo man mano inseriti in azienda e oggi portiamo avanti con passione il frutto del lavoro dei nostri genitori. In azienda, quindi, lavoriamo tutti e tre noi fratelli insieme a nostro padre. Siamo certificati biologici da ormai diversi anni. Le arnie sono colorate con vernici ad acqua, tutta la cera biologica prodotta dalle api viene rimessa in circolo per la produzione dei nuovi favi e il trattamento contro la varroa viene effettuato con un acido organico. Gli alveari vengono dislocati in zone incontaminate, lontane dall’impatto dell’uomo. Il nostro laboratorio è autosufficiente da un punto di vista energetico grazie alla presenza di un impianto fotovoltaico.
Informazioni tecniche
Indirizzo
Apicoltura Le Querce, Azeglio, IT
Altitudine
260 m
La Squadra
4 uomini
Dimensione della mandria
300 alveari
Tecniche di coltivazione
Coltivazione biologica
Domande frequenti
Che impatto genera il mio acquisto?
Come viaggia il mio ordine?
Che garanzia di acquisto ho?
Quali vantaggi ottengo acquistando direttamente dall'agricoltore?
version: 0.71.0_20221125_111753